GINEVRA COSTANTINI NEGRI, 18 anni, allieva di Daniela Ghigino e Anna Abbate, ha partecipato a 9 concorsi internazionali, sempre tra i vincitori. A 10 anni si è esibita per Lang Lang e ha suonato alla Carnegie Hall nel recital dei vincitori di una competizione americana. Menzione speciale al Sony Classical Talent Scout 2013, ha studiato al Mozarteum nelle masterclass di Rolf Plagge e si è esibita in Stati Uniti, Francia, Austria, Svizzera e Malta, dove ha tenuto un concerto in duo con il violinista Indro Borreani per la Presidente della Repubblica.

Ha suonato per associazioni prestigiose come gli Amici del Loggione del Teatro alla Scala e le Serate musicali -­ che l’ha invitata ad esibirsi per la presentazione della biografia di Martha Argerich -­ e per diversi Festival e Teatri, tra cui il Carlo Felice di Genova. Nel 2018, è stata testimonial di Piano City Milano e ha registrato il suo primo CD: G. Rossini “Il mio piccolo teatro privato – selezione dai Péchés de vieillesse” per Concerto Classics, dove declama anche i recitati autografi. Prima adolescente a incidere Rossini pianistico, il suo CD è stato scelto dal Vaticano per le celebrazioni rossiniane 2018; ha ottenuto consensi unanimi dalla critica ed è entrato nella TOP TEN di iTunes classica e nella TOP OF THE MUSIC, classifica generale di tutti i generi musicali (prima pianista classica donna italiana ad entrare in classifica generale). Sue esecuzioni sono state trasmesse tra l’altro su Rai Radio 3, Radio Svizzera Italiana, Radio Classica, Radio 24, Radio Popolare e Venice Classic Radio e ha rilasciato interviste a Corriere della Sera, La Repubblica, Il Giorno, La Stampa, Wall Street International Magazine e alle più importanti riviste di settore e del web.

Per Piano City Milano 2019, è stata scelta per la playlist di Apple, insieme a grandi pianisti anche jazz e pop, con i quali si è esibita per la preview.

Inoltre, nel 2017 ha suonato il glockenspiel al Teatro alla Scala per il concerto del Coro Voci Bianche dell’Accademia del Teatro, diretto dal Maestro Bruno Casoni, coro di cui ha fatto parte per un decennio e con cui ha partecipato a numerose produzioni e concerti – circa 200 rappresentazioni ­‐ tra cui la Sinfonia n. 3 di Mahler con i Wiener Philharmoniker diretti da Mariss Jansons prima e con la Filarmonica della Scala diretta da Riccardo Chailly poi e il Mefistofele di Boito diretto da Riccardo Muti.

Il 13 Marzo 2019 al Quirinale, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella le ha conferito l’onorificenza di Alfiere della Repubblica per meriti artistici e per l’impegno nella diffusione del patrimonio pianistico italiano.

Sempre nel 2019, la rivista Forbes l’ha indicata tra i 100 under 30 italiani innovatori e leader del futuro per il proprio settore, unica pianista classica tra i 5 artisti scelti per la categoria Musica.

Ha appena ultimato la registrazione del Concerto in fa maggiore di Paisiello per Concerto Classics e ha in programma numerosi concerti solistici, cameristici e con l’orchestra.